ASCOLTO E FACCIO MUSICA

  • Stampa
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Ascolto e faccio musica. Con CD
 
ASCOLTO E FACCIO MUSICA, di Giangiuseppe Bonardi, attività per i bambini di 2-5 anni. Handicap e musicoterapia, Editrice La Scuola.
https://www.ibs.it/search/?ts=as&query=Ascolto%20e%20faccio%20musica
 
 
 
 
 
Presentazione
Trasversale ad ogni attività educativa, l’Educazione all’Ascolto trova lo sua collocazione privilegiata nel Campo desperienza “Messaggi, forme e media”. Essa sollecita nei bambini capacità fondamentali per lo sua crescita, quali lattenzione, lo percezione uditiva, lo decodifica di un messaggio, lelabora­zione di una risposta. Accanto all’ascolto, la “conoscenza sensoriale” de­gli strumenti musicali e l’esplorazione della “dimen­sione temporale” connessa all’evento sonoro (prima, dopo...), costituiscono gli elementi portanti di una proposta educativa in campo musicale che sia siste­matica, completa ed efficace. L’attenzione al bambino in difficoltà può trovare nel­l’ascolto e nel fare musica un aiuto efficace perché la proposta di attività che fanno leva sulla corporeità e sulla relazionalità, oltre che su una scansione del lavoro ben riconoscibile dal bambino, possono riu­scire ad esplicitare quelle potenzialità delle quali ognuno è portatore. La musica, quindi, come linguaggio accolto, com­preso e reso patrimonio di ogni bambino attraverso l’esplorazione del corpo, del tempo e dello spazio: ecco è il significato della proposta educativa pre­sentata in questo libro. 
 
Indice
PARTE I
L’EDUCAZIONE ALL’ASCOLTO
             LO SVILUPPO DELLE POTENZIALITA D’ASCOLTO                        
La formazione dei gruppi
PARTE II
LA CONOSCENZA SENSORIALE DI ALCUNI STRUMENTI MUSICALI DIDATTICI
 
II. LA CONOSCENZA SENSORIALE DELLE MARACAS     
L’ascolto-accoglienza. L’espressione sonoro-musicale collettiva. Le qualità sensoriali delle maracas. L’ascolto del timbro strumentale del­le maracas e la denominazione delle sonorità ascoltate. La riflessione sulle sonorità eseguite ed ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione corpo­rea dei suoni eseguiti con le maracas. La riflessione in merito alle so­norità ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione uditivo-motoria dei suoni formanti un evento musicale diverso da quello realizzato con i bambi­ni. La rappresentazione iconica dell’esperienza. L’ascolto-commiato.
 
III. LA CONOSCENZA SENSORIALE DEI LEGNETTI
L’ascolto-accoglienza. L’espressione sonoro-musicale collettiva. Le qua­lità sensoriali dei legnetti. L’ascolto del timbro strumentale dei legnetti e la denominazione delle sonorità ascoltate. La riflessione sulle sono­rità eseguite ed ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione corporea dei suoni eseguiti con i legnetti. L’ascolto e l’interpretazione motoria dei suoni formanti un evento musicale diverso da quello realizzato con i bambini. La rappresentazione iconica dell’esperienza. L’ascolto-commiato.
 
IV. PRIMA E… DOPO
L’ascolto-accoglienza. L’espressione di successioni di insiemi sonoro­musicali. L’ascolto dell’espressione sonoro-musicale. La riflessione in merito alle sonorità eseguite ed ascoltate. L’ascolto e l'interpretazione motoria della successione eseguita con i legnetti e le maracas. La rap­presentazione iconica dell’esperienza. L’ascolto-commiato. Approfon­dimento.
 
V. LA CONOSCENZA SENSORIALE DEL TAMBURELLO
L’ascolto-accoglienza. L’espressione sonoro-musicale collettiva. Le qualità sensoriali dei tamburelli. L’ascolto del timbro strumentale dei tamburelli e la denominazione delle sonorità ascoltate. La riflessione in merito alle sonorità eseguite ed ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione corporea dei suoni eseguiti con i tamburelli. L’ascolto e l’inter­pretazione motoria dei suoni che formano un evento musicale diverso da quello realizzato con i bambini. La rappresentazione iconica dell’e­sperienza. L’ascolto-commiato.
 
VI. LA CONOSCENZA SENSORIALE DELLA PIASTRA SONORA
L’ascolto-accoglienza. L’espressione sonoro-musicale collettiva. Le qualità sensoriali delle piastre sonore. L’ascolto del timbro strumen­tale delle piastre sonore e la denominazione delle sonorità ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione corporea dei suoni eseguiti con le piastre sonore. La riflessione in merito alle sonorità ascoltate. L’ascolto e l’in­terpretazione motoria dei suoni formanti un evento musicale diverso da quello realizzato con i bambini. La rappresentazione iconica dell’e­sperienza. L’ascolto-commiato.
 
VII. PRIMA, DOPO, SUCCESSIVAMENTE
L’ascolto-accoglienza. L’espressione di successioni di insiemi sonoro­musicali. L’ascolto dell’espressione sonoro-musicale. La riflessione in merito alle sonorità eseguite ed ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione motoria della successione eseguita con i tamburelli, le piastre sonore e i legnetti. La rappresentazione iconica dell’esperienza. L’ascolto­ commiato.
 

PARTE III
PAROLE E... MUSICA
 
VIII. DAL RACCONTO ALLA MUSICA
L’ascolto-accoglienza. Narrazione del racconto supportata da immagi­ni. Individuazione dell’articolazione temporale del racconto. Indivi­duazione delle parole che denotano alcune sonorità. Individuazione de­gli strumenti musicali conosciuti che evocano le sonorità esaminate. Esecuzione strumentale e registrazione della successione di insiemi so­nori. L’ascolto dell’espressione sonoro-musicale. La riflessione in me­rito alle sonorità eseguite ed ascoltate. L’ascolto e l’interpretazione mo­toria della successione di insiemi sonori eseguita. La rappresentazione iconica dell’esperienza. L’ascolto-commiato. Approfondimento.
 
IX. DALLA MUSICA AL… RACCONTO
L’ascolto-accoglienza. Una nuova proposta d’ascolto. Individuazione dell’articolazione temporale della musica. Individuazione delle ana­logie intercorrenti tra l’evento musicale preso in esame e un racconto proposto. Individuazione delle parole che denotano alcune sonorità. Individuazione degli strumenti musicali che evocano le sonorità esa­minate. L’ascolto e l’interpretazione motoria dell’evento ascoltato. La rappresentazione iconica dell’esperienza. L’ascolto-commiato.
 
PARTE IV
MUSICA ED HANDICAP
 
X. ASCOLTO E POTENZIALITA’ DEL BAMBINO SVANTAGGIATO
Gli indicatori inerenti l’ascolto. Gli indicatori inerenti l’espressione sonoro-musicale. L’accertamento. La valutazione degli indicatori d’a­scolto e d’espressione sonoro-musicale. Dalla valutazione degli indi­catori all’elaborazione del progetto educativo specifico. L’azione edu­cativa sistematica. Gli obiettivi specifici dell’azione educativa. L’azio­ne educativa nel piccolo gruppo. L’articolazione temporale dell’azione educativa.
 
XI. SUONARE E RICONOSCERE
L’ascolto-accoglienza. Espressione sonoro-musicale collettiva. L’a­scolto-commiato. Rilevazione dei dati.
 
XII. ASCOLTARE E RICONOSCERE
L’ascolto-accoglienza. Espressione sonoro-musicale individuale. L’a­scolto-commiato. Rilevazione dei dati.
 
XIII. PRIMA E DOPO
L’ascolto-accoglienza. Espressione di una successione di due insiemi sonori formati da due timbri strumentali differenti. Ascolto-verbaliz­zazione. L’ascolto-commiato. Rilevazione dei dati.